Return to site

LA NUOVA SUDDIVISIONE

DEL PERCORSO

Nella ridefinizione del percorso alla luce delle richieste emerse nelle verifiche, abbiamo deciso di passare alla formula dei due cicli. Il primo che riguarda i primi tre anni delle superiori. Il secondo gli ultimi due. Questa trasformazione è un miglioramento del percorso che continua a rispettare il cammino di quei gruppi che, non avendo un numero sufficiente di ragazzi, continueranno a camminare a ciclo unico con un unico gruppo.

La suddivisone nei due cicli è stata pensata con il desiderio di attivare principalmente due miglioramenti:

  • prima di tutto distinguere le attività e le condivisioni in modo da rispettare maggiormente le età dei ragazzi. Si è cercato di tarare al meglio le domande e le attività.
  • in secondo luogo si è cercato di dare un taglio spirituale differente al cammino dei primi tre anni rispetto a quello dei secondi due. 

Proviamo a spiegare meglio cosa possa voler dire questo secondo punto.

Abbiamo voluto scegliere un parametro di riferimento che desse senso a questa suddivisione.

I primi tre anni hanno una dimensione maggiormente purificativa. I ragazzi sono chiamati a vivere un cammino di progressivo incontro con il volto della misericordia di Dio nel loro peccato e nelle loro ferite, facendo esperienza della sua misericordia e iniziando a ricevere da lui un nome e una identità rinnovati.

Gli ultimi due anni invece hanno una maggiore tensione verso la scoperta della volontà di Dio, una crescita nell’amore, una rinnovata capacità nel discernimento e una fioritura di un cuore grato come frutto bello di questo cammino che possa iniziare a condurre verso il centuplo già su questa terra.

Per gli addetti ai lavori si potrebbe dire che i primi tre anni sono una trasposizione ampia della prima settimana ignaziana mentre gli ultimi due della seconda (con tutte le dovute cautele nel fare questa affermazione).

Scrivo mentre sono in viaggio verso Assisi e vi porto tutti nella preghiera a casa di Francesco e Chiara. Affiderò i cammini di tutti e di ciascuno alla loro intercessione e alla loro cura.

All Posts
×

Almost done…

We just sent you an email. Please click the link in the email to confirm your subscription!

OKSubscriptions powered by Strikingly